Betbets

Betbets! Betbets è news sulle scommesse, a portata di click

Author Archive

Posted by Luigi On gennaio - 23 - 2013
roma-inter

Pronostico coppa Italia: chi vincerà in questa semifinale?

Pronostico coppa Italia: che cosa ne pensano gli scommettitori?
Stasera ci sarà la seconda semifinale della Tim Cup alle 20.45 su Rai1. La partita di stasera all’Olimpico darà una vera sfida, dove i tecnici si affideranno alle migliori formazioni.

Per adesso le formazioni non sono state ancora confermate, ma son certe le assenze di Osvaldo, Dodò e Taddei, senza contare gli inforturnati De Rossi e Romagnoli, Cassano, Castellazzi e Stankovic.
Quindi le probabili formazioni saranno queste.

La ROMA con un 4-3-3: Stekelenburg; Balzaretti, Burdisso, Marquinhos, Piris; Florenzi, Tachtsidis, Bradley; Totti, Destro, Lamela.

L’INTER con un 3-4-1-2: Handanovic; Juan Jesus, Chivu, Ranocchia; Pereira, Cambiasso, Mudingayi, Jonathan; Guarin, Livaja, Palacio.

Ma cosa dicono i pronostici coppa Italia? Cosa ci dobbiamo aspettare da queste due squadre?
Premesso che la favorita è l’Inter, sebbene gli scommettitori stiano puntando tutto sulla Roma. La cosa interessante è che queste due squadre si scontrino a soli tre giorni di distanza, dopo un pareggio firmato da Palacio e Totti su rigore.
Il pronostico su questo match si basa soprattutto sui goal, che sono l’unica cosa certa della partita. Molti provano a puntare sull’under 2.5 o sui goal sì.
La Roma sogna la finale da disputare sul proprio campo assieme ai suoi tifosi, ma dovrà sudare molto per guadagnarsela. La sua vittoria è quotata 2.00
L’Inter invece è riuscita ad interrompere la striscia negativa di 4 sconfitte fuori casa con il pareggio di domenica. La vittoria dell’Inter è data 4.00.

Le formazioni delle due squadre sono molto variegate, ma si equivalgono e faranno di tutto per vincere il match. Il pronostico è molto incerto, ma le quote sono quelle che vi abbiamo descritto. Gli scommettitori sono propensi per la vittoria della Roma, ma i fatti invece favoreggiano l’Inter.

E chi è indeciso, punta sulla giocata dei gol quotata 1.45.

 

 

Posted by Luigi On gennaio - 22 - 2013

Aumenta la raccolta delle scommesse sportive a quota fissa in Italia nel 2012.  Le scommesse sportive, grazie ai campionati europei di calcio ed alle Olimpiadi estive, hanno dato la possibilità alla raccolta di raggiungere la cifra di 3.940.785.195,50 euro con un segno positivo pari al 2,37 per cento rispetto alla raccolta di gioco del 2011 attestatosi a 3.849.462.403,50 euro. scommesse_sportiveSecondo Agimeg quasi un terzo del mercato è nelle mani della Snai. Invece Lottomatica e Sisal hanno quote di mercato rispettivamente pari al 20,7% e del 13,2%. Invece gli operatori esteri più proficui in Italia sono Eurobet ed Intralot. La febbre delle scommesse sportive ce l’ha la Campania seguita dalla Lombardia e Lazio. Un dato interessante, invece, è la percentuale di quanto è stato ridato sottoforma di vincita ai giocatori ed è pari all’82,91%. Gli scommettitori, però, nel corso del 2012 non hanno scommesso solo sul calcio, le cui scommesse sono leggermente diminuite, ma si sono concentrati anche su eventi marginali. Il calcio, pur rimanendo lo sport che occupa il 68% del mercato delle scommesse, è seguito dal tennis, dal volley e dal basket. Questo sta a significare che l’interesse per le scommesse sportive aumenta sempre più ma ad aumentare è anche l’interesse degli italiani per gli altri sport, una volta relegati a margine.

 

Posted by Luigi On dicembre - 4 - 2012

Unibet scommesse: Non accade spesso che un calciatore decida di affrontare la sua intera carriera in Serie A con un’unica maglia, ma le eccezioni non mancano di certo. Alcuni di questi “fedelissimi” sono dei veri e propri habitué del gol. Andiamo a scoprire chi sono i più prolifici di loro.

Al primo posto troviamo il capitano della Roma Francesco Totti con ben 219 reti, un bottino che può essere ancora incrementato dato che il giallorosso è ancora attivo in Serie A e difficilmente vestirà una maglia che non sia quella della Roma. La seconda piazza è occupata dal Alessandro Del Piero, che con la maglia della Juventus ha messo a segno 188 reti. Sul terzo gradino del podio c’è un altro bianconero: si tratta di Gianpiero Boniperti, che ha fatto esultare i tifosi della Juventus 178 volte.

Al quarto posto troviamo Luigi Riva, autentica bandiera del Cagliari. Con la maglia rossoblu Riva ha messo a segno la bellezza di 156 reti. Segue un altro rossoblu, ma questa volta parliamo di Bologna e di Ezio Pascutti, che a cavallo tra 1955 e 1969 è stato in grado di andare a segno 130 volte. Al sesto posto torna di scena la Juventus grazie a Roberto Bettega, capace di gonfiare la rete in maglia bianconera in 129 occasioni. Settimo è il primo straniero di questa speciale graduatoria: si tratta dell’ucraino Andriy Shevchenko, che nelle sue due esperienze al Milan è andato a segno 127 volte. Segue il francese David Trezeguet, che con la maglia delle Juventus ha messo a segno 123 reti. Al nono posto compare l’Inter grazie ad Alessandro Mazzola ed ai suoi 116 centri. L’ultimo posto della top ten è occupato da Aldo Boffi, a segno con la maglia del Milan in 109 occasioni.

Posted by Luigi On novembre - 19 - 2012

I risultati dei vari campionati europei hanno detto molto nel fine settimana, anche se potrebbero al solito trarre in inganno: risultati che in alcuni casi potrebbero sintetizzare di un rallentamento, come nel caso della Juventus ad esempio, uscita con un pari a reti bianche dall’anticipo del sabato allo Juventus stadium contro la Lazio, ma che la dicono giusta. La Juventus non ha vinto solo per sfortuna e per un super Marchetti che ha preso tutto. Si propone con merito agli onori della cronaca internazionale la Fiorentina, che continua a divertire e a mostrare un gioco di grande qualità

Tra i risultati che più hanno sorpreso c’è la sconfitta casalinga del PSG contro il Rennes, come anche il pareggio a Norimberga dello schiacciasassi Bayern.

In Spagna invece tutto come previsto, con il Real Madrid e il Barcellona che strapazzano rispettivamente il Bilbao e il Saragozza.

La giornata di Premier League è invece stata segnata dalla sconfitta del Chelsea contro il West Bromwich Albion. Di Matteo ha messo in atto un robusto turn over, che la squadra ha dimostrato di non saper sostenere. Il City invece ha asfaltato senza troppi problemi l’Aston Villa, insediandosi al primo posto solitario in classifica, sfruttando anche la sconfitta dello United contro il Norwich.

La Eredivisie olandese si dimostra al solito un campionato a due velocità, con le primissime della classe che rifilano goal a grappoli alle altre: il Psv ne recapita 6 al Den Haag ad esempio.

Posted by Luigi On novembre - 13 - 2012

Il Milan prova a mettere la freccia, ma purtroppo è quella che torna indietro: Il Milan colleziona l’ennesima sconfitta stagionale contro la Fiorentina a San Siro e vede rimaterializzarsi l’incubo di un campionato anonimo, con lo spettro della zona retrocessione ad appena 5 punti.

Se c’era un alibi per Allegri (che può comunque contare su un’ottima squadra, al di là delle partenze, senza dubbio importanti, di Ibra e Thiago Silva) era la presa di coscienza della strada da seguire per rimettere la squadra sulla retta via: qualità,  estro e giovane imprevedibilità, ed un 4-2-3-1 con il trio Emanuelson, El Shaarawi e Bojan alle spalle di un’unica punta. Ma l’allenatore toscano ha sfumato il suo seppur unico alibi, e si è ostinato nell’ennesimo cambio d’uomini ed identità, coi risultati che tutti hanno visto contro i viola di Montella. Puntare sulla fisicità smarrita di Boateng in questo momento sembra un azzardo troppo grande. Certo, parlare col senno di poi sembra facile e non si sa se le cose sarebbero andate allo stesso modo se anche gli interpreti in campo fossero stati sin dall’inizio quelli succitati nelle posizioni auspicate, ma Allegri avrebbe dovuto perseverare attingendo alla modalità che gli aveva fin a quel momento garantito i risultati migliori.

Dove arriverà il Milan quest’anno, ma soprattutto la domanda dovuta sembra essere un’altra in questo momento: dove arriverà Massimiliano Allegri? La squadra rossonera è attesa da due tra le partite più toste: sabato è impegnata a Napoli, mentre la domenica successiva ospiterà la Juventus. Un vero e proprio bivio per l’allenatore toscano che si è messo nella condizione di giocarsi le sue chances residue nel modo più ostico, dilapidando fin qui punti in modo quasi scellerato.  Sarà uno a cui non piace vincere facile.

Voi che ne pensate? Sabato sarà per Allegri l’ultima chiamata?

Posted by Luigi On novembre - 7 - 2012

I risultati della Champions league sorridono alle grandi; Milan e Real Madrid, nonostante i due pareggi, festeggiano i risultati ottenuti in Champions league.

I ragazzi di mister Allegri, dopo la convincente vittoria in Campionato contro il Chievo, guadagnano un prezioso punto sull’ostico campo del Malaga, punto che proietta i rossoneri al secondo posto nel girone anche se la qualificazione agli ottavi si deciderà negli ultimi due incontri. Un punto guadagnato anche per l’11 di Mourinho che in casa contro il Borussia Dortmund (che nella terza giornata aveva inflitto ai blancos una clamorosa sconfitta) agguanta il 2-2 all’89esimo con un gol di Mesut Ozil.

Situazione decisamente diversa quella del Manchester City che, dopo il pareggio in rimonta contro l’Ajax, è la più seria candidata alla prima eliminazione eccellente. Ultimi con soli due punti, con un distacco dal Real Madrid e dal Borussia di 5 e 6 punti, i Citizens dovrebbero compiere un vero e proprio miracolo e sperare in una combinazione di risultati delle altre squadre per guadagnarsi l’accesso agli ottavi di finale.

I risultati della quarta giornata di Champions League consacrano anche le ambizioni del Paris Saint-Germain di Carlo Ancelotti che spazza via la Dinamo Zagabria con un fragoroso 4-0 su cui ha messo una firma indelebile Zlatan Ibrahimovic. La squadra della capitale francese è seconda nel proprio girone ad un solo punto dal Porto capolista.

Stasera, invece, tocca alla Juve fornire una prestazione convincente dopo il pareggio in Danimarca ma soprattutto dopo la sconfitta contro l’Inter (che ha interrotto la striscia di risultati utili consecutivi della squadra di Conte, ferma a quota 49) di sabato scorso. Per la Juve sarebbe fondamentale una vittoria per rilanciarsi nel girone comandato dal sorprendente Shakthar Donetsk di Mircea Lucescu e per tornare così tra le grandi d’Europa.

Posted by Luigi On novembre - 2 - 2012

Juve-Inter, la sfida al vertice si rinnova, e chissà non si rinnovino le polemiche: juve-Inter è partita dalle argomentazioni ricche, racconta di una storia densa di avvenimenti, di storie, di scontri cruenti e frasi velenose.

Quella di domani sera non sarà una partita come tutte le altre, ma per una volta proviamo a credere sia così per la sostanza delle due squadre, che vengono entrambe da filotti impressionanti e che si trovano ad affrontarsi quasi all’apice reciproco della forma. Ci si aspettano dunque veri e propri botti: ci si domanda se non sia questa la volta buona in cui la vecchia signora dovrà cedere la maglia al vincitore, o se sia l’ennesima conferma di una squadra che rispedirà al mittente le velleità dell’ennesimo sfidante.

Juve-Inter sarà una partita dai mille risvolti e, a nostro parere, una partita da tripla. Non vediamo una decisa favorita, visto soprattutto l’iter di avvicinamento di  entrambe le squadre. Un leggero favore d’obbligo va alla squadra di Conte, per il fattore campo e per la storia recente che non la vede soccombere da una cinquantina di partite a questa parte.

Nell’altro anticipo torna poi il Milan, alle prese con la perenne ricerca di certezze in casa contro il Chievo di Eugenio Corini. Allegri sembra intenzionato a cambiar di nuovo modulo, e sa che questa è una partita da vincere e basta: i tre punti devono necessariamente essere messi in cassaforte per non perpetuare uno stato di difficoltà latente che minaccia costantemente di deflagrare in una crisi conclamata. Per questo il pronostico non può che premiare i rossoneri.

Il resto delle partite vede la ricerca di riscatto da parte del Napoli, impegnato in casa contro il Torino, cliente sempre scomodo, e c’è ancora il dubbio se Cavani sarà o meno della gara. Dal Matador paiono dipendere molte delle possibilità di veder tornare a sorridere Mazzarri.

Posted by Luigi On ottobre - 31 - 2012

Oggi si giocherà il turno infrasettimanale di serie A e noi vogliamo darvi i nostri pronostici per farvi giocare le partite giuste. In Serie A i nostri pronostici terranno conto dell’ interessante sfida al vertice tra Juventus e Inter, che ospiteranno rispettivamente Bologna e Sampdoria. Il Napoli affronterà l’Atalanta e sfrutterà le sue pecche. Giochiamoci Cagliari – Siena perché la squadra sarda, con Pulga-Lopez, ha vinto per ben tre volte e vorrà vincere in casa per salvarsi. Il Siena, invece, ha sempre perso e non è molto in forma. Puntare sull’1 perché quotato a 1.95. Con Inter – Sampdoria, invece, possiamo puntare sempre sull’1 (dato a 1.50) sfruttando il periodo d’oro dei nerazzurri tra campionato e Europa League. La Samp non riesce ad ingranare anche se sperano in un colpaccio milanese. Lazio – Torino, invece, è un po’ più rischiosa. Si cerca la vittoria in casa ma lo spettro del pareggio si fa sentire. Ma noi vogliamo scommettere sulla vittoria, data a 1.50. Infine Juventus – Bologna, secca vittoria in casa dei bianconeri, quotata a 1.30. Puntate con sicurezza dieci euro per vincerne circa 54. Conviene, non pensate?


Posted by Luigi On ottobre - 26 - 2012

Pronostici non confermati dai risultati che sono venuti fuori dall’ultimo turno dei gironi di Champions League; risultati, per alcune squadre, parecchio lontani dai pronostici dei giorni immediatamente precedenti le partite. Iniziamo dalla Juve che martedì ha affrontato quella che, sulla carta, doveva essere una trasferta poco insidiosa tanto che la Snai offriva una quota di 1,30 per la vittoria dei bianconeri, con il  pareggio dato a 4,75 e vittoria casalinga quotata 9,50: uno dei risultati decisamente lontano dai pronostici quindi tra Nordsjaelland e Juve.

Non sono mancate altre sorprese in questa terza giornata del girone di qualificazione della Champions. Parliamo di Real Madrid e Manchester City, entrambe inserite nel girone D. I Blancos di Josè Mourinho erano attesi dall’insidiosa trasferta a Dortmund in casa del Borussia. La squadra di Jürgen Klopp ha portato a casa una fantastica vittoria contro un Real Madrid in cui il solo Cristiano Ronaldo è sembrato in forma (oltre a Casillas che con i suoi interventi miracolosi ha fatto sì che il passivo non fosse troppo pesante). Le quote erano le seguenti: tra il 3.20 e il 3.30 vittoria Borussia, il pareggio pagava 3.50 volte l’importo scommesso, mentre la vittoria dei madridisti era considerata il risultato più probabile e veniva dato a 2.10.

Ancora peggio è andata al Manchester City di Roberto Mancini che adesso rischia una clamorosa eliminazione dalla competizione europea (così come accadde l’anno passato per mano del Bayern Monaco e del Napoli). Anche i  Citizens erano impegnati in trasferta all’Amsterdam Arena contro l’Ajax la cui vittoria era quotata addirittura 4.50 contro l’1.80 della vittoria dell’11 di Manchester. Il risultato finale non ha lasciato scampo a Nasri e compagni che sono rientrati in Inghilterra con un pesante 3-1 sulle spalle. Roberto Mancini si è assunto pienamente la responsabilità di questa sconfitta e adesso le quote che lo vedono esonerato sono drasticamente scese: le quote oltremanica sono rapidamente precipitate da una resa pari a 34 volte l’importo scommesso a 11.

Posted by Luigi On ottobre - 24 - 2012

Stefan El Shaarawi

Champions league, il Milan stasera gioca uno spareggio soprattutto contro se stesso: Malaga-Milan di Champions league in programma stasera sarà uno snodo fondamentale della stagione rossonera, oltre che una partita dalla difficoltà relativa molto elevata.

E il diavolo non gode certo dei favori del pronostico, stando a vedere le quote dei vari bookmakers che non vanno al di sotto del 3.50 per Pazzini e compagni.

Il Milan cerca di stigmatizzare le paure che ne ha contraddistinto il cammino finora e dar adito alle sue residue ambizioni di rimanere protagonista in champions league, dopo che dal campionato ha fin qui raccolto quasi solo delusioni.

Un consiglio ci sentiamo di darvelo: quella di stasera sarà per i rossoneri una partita dalle enormi motivazioni, e le quote alte sono un’ottima opportunità per tirar su un’ottima vincita. Puntate sulla singola, magari puntando un po’ di più (ovviamente se potete permettervelo).

Quali sono le motivazioni? Vediamo se riusciamo a convincervi.

Prima di tutto Allegri: se la squadra tiene al suo allenatore e vuole preservarne l’incarico non potrà permettersi una nuova sconfitta, ma soprattutto dovrà mostrare progressi su piano del gioco, ambito nel quale ha steccato il più delle volte finora.

C’è poi il rango del logo, lo stemma araldico marchiato già sette volte nell’albo della competizione. Il Malaga è un’ottima squadra che fin qui ha inanellato ottimi risultati mostrando un gioco eccellente, ma non ha la stessa tradizione e giocatori meno abituati alla pressione di competizioni tanto importanti.

L’ultima motivazione addotta a vantaggio del segno 2 nella partita di stasera è quella più prettamente campanilistica: le italiane in questa champions sono solo due ed entrambe balbettano non poco. Dopo il pareggio non esaltante di ieri della Juve contro i modesti danesi del Nordsjaelland e le conseguenze ridotte speranze di passaggio del turno dopo anche il risultato dell’altra partita del girone, una vittoria della sola altra squadra italiana darebbe un minimo di lustro al nostro povero calcio.

Posted by Luigi On ottobre - 22 - 2012

la gioia del gruppo bianconero

La juve batte anche il Napoli e abbozza la prima fuga, tentativo che in realtà pare più di una bozza, vista la regolarità che dimostra la juve (che ricordiamo non perde in campionato da quasi 50 partite) anche se il Napoli pare comunque una squadra solida che ne perderà poche quest’anno.

Il fatto è che, se la juve l’anno passato non perdeva, ogni tanto almeno pareggiava, mentre quest’anno gli stessi pareggi paiono degli accidenti puramente residuali: la costante è la vittoria, almeno in campionato.

Se la vecchia signora l’ha spuntata anche nello scontro al vertice di sabato contro il Napoli, partita caratterizzata da tatticismo e agonismo esasperati, vuol dire allora che ha risorse illimitate, che ha dimostrato saper effondere anche dalla panchina. I due match winner erano due freschi entrati.

Più che rivali sperano i tifosi, che quelli, si sa, sono gli ultimi a demordere, ed è una fortuna che sia così, altrimenti questo sarebbe un campionato nato già senza mordente e stigmatizzato da una squadra troppo più forte delle altre.

Posted by Luigi On ottobre - 17 - 2012

L'importanza delle puntate iniziali

Le puntate sulle scommesse vanno attentamente gestite: dalle puntate dipende gran parte della possibilità di conseguire una vincita sostanziosa, o che quanto meno  si consideri premiante.

Considerando le quote che proponiamo oggi, e il fatto che le partite si riferiscano a contesti poco qualitativi, effettuare puntate ponderate assume un’importanza ancora maggiore, magari non focalizzando troppe partite ma concentrandosi solo su quelle rispetto alle quali si hanno più certezze.

– Poggibonsi-Perugia (coppa italia-lega pro) x (3.10)
– Notts County – Sheffield United (Johnstones Paint Trophy) under2.5 (2.05)
– Almeria – Alcorcon (coppa del re) goal si (1.73)
– Avellino – Benevento (coppa italia lega pro) 1 (2.20)
– Pisa – Carpi (coppa italia lega pro) over2.5 (2.10)
– Sporting Gijon – Mirandes (coppa del re) 1 (1.83)
– Sabadell – Cordoba (coppa del re) 2 (3.20)
– Huesca – Deportiva Ponferradina 1 (2.20)
– Beroe – Chernomorets Burgas (prima divisione bulgara) 1 (2.20)

Posted by Luigi On ottobre - 15 - 2012

montepaschi siena e olimpia milano nella doppia di oggi

Una doppia con quote non certo da sballo oggi, ma una doppia ultimamente un po’ desueta per noi, visto che coinvolge due partite della massima serie del campionato italiano di basket.

Entrano in gioco, nel nostro pronostico, le due favorite della stagione appena inziata, nonchè le due finalista dell’ultimo campionato: la Mens Sana Montepaschi Siena e l’armani Olimpia Milano.

Le Mens Sana pare aver inziato una stagione con obiettivi diversi dalle ultime:  nuovo allenatore, budget inferiore e un po’ di scetticismo da parte dei tifosi, tra l’altro abituati male con gli ultimi sei scudetti in bacheca all’ombra del palio. Tuttavia per noi Siena oggi la spunterà a varese.

L’olimpia Milano invece si è rafforzata ulteriormente ed è forse la maggiore candidata quest’anno alla vittoria finale. Nel pronostico l’Armani Milano la spunterà ad Avellino.

Di seguito la nostra doppia:

– Varese – Montepaschi Siena 2 (1.55)
– Avellino Basket – Armani Milano 2 (1.40)

 

Posted by Luigi On ottobre - 12 - 2012

Prandelli vigila sugli azzurri

Qualificazioni ai mondiali, oggi si gioca il terzo turno: qualificazioni ai mondiali che presentano partite che si preannunciano tirate, e molto interessanti, soprattutto per gli scommettitori.

Forse una partita su tutte si mostra particolarmete ineterssante, quella tra Russia e Portogallo. La squadra di Capello affronta a punteggio pieno crsitiano ronaldo e compagni, che però allo stesso modo hanno fin qui vinto due partite su due.  E’ una partita da tripla, e perciò molto interessante per voi scommettitori, viste le ottimem quote.

Le qualificazioni ai mondiali prevedono poi altre partite di vivo interesse: Grecia-Bosnia ad esempio, o il derby Galles Scozia.

Nei nostri pronostici abbiamo cercato di tirar su le quote in modo sensato, affinché convenisse combinare almeno 3 o 4 partite ottenendo una vincita potenziale quanto meno discreta.

Ecco i nostri pronostici:

– Armenia – Italia 2 (1.35)
– Bielorussia – Spagna over (1.53)
– Bulgaria – Danimarca goal si (1.95)
– Irlanda – Germania 2 (1.45)
– Russia – Portogallo goal si (2.05)
– Serbia – Belgio goal si (1.96)
– Turchia – Romania x (3.60)
– Ecuador – Cile 1 (2.00)
– Macedonia – Croazia goal si (2.15)
– Galles – Scozia over2.5 (2.15)

– Slovenia – Cipro x (3.90)
– Inghilterra – Repubblica San Marino over5.5 (1.62)
– Svizzera – Norvegia 1 (1.91)
– Slovacchia – Lettonia under (1.30)
– Estonia – Ungheria goal si (2.00)
– Olanda – Andorra over2.5 fine primo tempo (1.83)
– Moldavia – Ucraina 2 (1.33)
– Colombia – Paraguay 1 (1.57)
– Grecia – Bosnia Herzegovina 1 (2.05)
– Albania – Islanda x handicap (3.50)
– Kazakistan – Austria 2 (1.75)
– Isole Faroe – Svezia parziale finale 2/2 (1.35)
– Repubblica Ceca – Malta parziale finale 1/1 (1.28)
– Bolivia – Peru over2.5 (1.95)
– Lussemburgo – Israele goal si 2.35
– Liechtenstein – Lituania 2 (1.45)
– Finlandia – Georgia 1 (1.91)
nakaibernice@mailxu.com

Utilizzando il sito, accetti raccolta ed uso dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi