Betbets

Betbets! Betbets è news sulle scommesse, a portata di click
Posted by elisa On novembre - 27 - 2012

Alonso perde il mondiale di Formula 1, lo vince Vettel con un vantaggio di tre punti sullo spagnolo della Ferrari: nonostante questo epilogo per Alonso è stata la miglior stagione in Formula 1.

Il Gp del Brasile è stato ricco di colpi di scena, dal testacoda iniziale che ha relegato Sebastian Vettel in fondo al gruppo al doppio sorpasso spettacolare di Fernando ai danni del compagno di squadra Massa e di Webber, dalla rabbiosa rimonta del neo campione del mondo alla pioggia che non risparmia mai il circuito di Interlagos.

Vettel vince per la terza volta la classifica piloti, lo fa con carattere ma anche guidando la macchina più forte del paddock, quella Red Bull che a volte sembra non avere rivali. Proprio per questo la prestazione di Alonso nel mondiale di Formula 1 appena conclusosi vale, se me lo permettete, di più: l’asturiano ha dato credibilità ad un mezzo che troppe volte non è stato all’altezza del nome che porta, una macchina che non è stata sviluppata a dovere, che non ha retto il passo delle dirette concorrenti. Alonso ha fatto la “formichina”, ha accumulato punti quando ha potuto, gestito il vantaggio, limitato i danni quando ci si è messa di mezzo la sfortuna. Di più non poteva fare.

Ad ogni modo, la Ferrari il mondiale non l’ha perso in Brasile, sono stati lasciati per strada punti troppo importanti per riuscire a spuntarla nel testa a testa con la Red Bull e con Seb.

Il prossimo anno la sfida sarà di nuovo la stessa, ma forse il risultato sarà diverso.

heaslip@mailxu.com ragans-melania@mailxu.com

Utilizzando il sito, accetti raccolta ed uso dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi