Betbets

Betbets! Betbets è news sulle scommesse, a portata di click
Posted by elisa On dicembre - 15 - 2012

Il Tour de France 2014 poteva partire da Firenze, c’era un progetto per portare la corsa a tappe più famosa del mondo nel Bel Paese. L’iniziativa era stata proposta per celebrare il centenario della nascita di Gino Bartali, vincitore del Tour nel 1938, bissando poi nel ’48.

Il problema dei costi ha creato parecchi e insormontabili problemi: un contributo di cinque milioni di euro, le spese organizzative e l’ospitalità per i 2mila partecipanti tra corridori, staff tecnici e organizzativi necessari alla manifestazione. Non finisce qui. Un’ulteriore garanzia sarebbe dovuta essere per la stampa in quanto sono attesi circa 500 tra giornalisti, operatori e fotografi.

Con quest’operazione si voleva rendere onore al grande Bartali, ma anche inserirla “in un più ampio progetto di promozione della cultura della bicicletta legato alle politiche ambientali, alle nuove misure di pedonalizzazione e al lancio del bike-sharing”. Il Tour de France, si aggiunge dal Comune, “sarebbe stato anche uno straordinario volano di attrazione turistica internazionale e avrebbe rappresentato un’accoppiata vincente con i già programmati mondiali di ciclismo del 2013″ per cui quotidianamente sono previste circa 600mila persone.

Invece, Il Tour de France 2014 partirà da Leeds e sarà la seconda volta che la gara prenderà il via dall’Inghilterra (la prima volta nel 2007) paese natale del campione Bradley Wiggins.

silmoneustolia@mailxu.com kriegellelia@mailxu.com

Utilizzando il sito, accetti raccolta ed uso dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi