Betbets

Betbets! Betbets è news sulle scommesse, a portata di click
Posted by elisa On giugno - 27 - 2013

formula 1 vettelFormula 1 – Sebastian Vettel è in testa al Mondiale di Formula 1 e ha appena portato a casa il primo successo della sua carriera sul circuito di Montreal in Canada.

Dopo sette Gran Premi, il tedesco è leader della classifica con trentasei punti di vantaggio sul primo degli inseguitori, lo spagnolo della Ferrari Fernando Alonso. La questione però si fa delicata se si considerano i prossimi appuntamenti in calendario; all’orizzonte ci sono cinque gare consecutive tutte nel Vecchio Continente, circuiti si quali, statistiche alla mano, Vettel non va mai molto forte e in vista delle quali appare piuttosto preoccupato: Gran Bretagna (Silverstone), Germania (Nurburgring), Ungheria (Hungaroring), Belgio (Spa-Francorchamps) e Italia (Monza ). Il pilota della Red Bull ha un problema di prestazioni quando la Formula 1 fa tappa in Europa: delle ventinove vittorie totali, ben venti sono arrivate fuori dal continente europeo.

I numeri diventano ancora più inquietanti se guardiamo al rendimento del campione tedesco di Formula 1 negli ultimi mesi: dalla vittoria del Gp di Monza nel settembre 2011, Sebastian ha messo in fila undici vittorie, nessuna in Europa (sono 652 giorni che non sale sul gradino più alto del podio in un evento europeo). Ma c’è di più: degli ultimi venti podi, diciassette li ha conquistati lontano dal nostro continente; delle sue ultime quattordici pole, tredici sono state extraeuropee.

Posted by elisa On giugno - 10 - 2013

formula 1 gp canadaFormula 1 – La Formula 1, dopo il Gp del Canada, sembra avere due soli piloti a contendersi il titolo di campione del mondo 2013, due soli piloti capaci di fare davvero la differenza.

Nel Gran Premio del Canada di ieri (20 ora italiana), uno ha vinto, l’altro è arrivato secondo. Ma sono state due gare molto diverse quelle di Sebastian Vettel e di Fernando Alonso. Il tedesco della Red Bull, campione del mondo in carica, è partito dalla pole e ha condotto una gara solitaria con un margine di sicurezza sui diretti inseguitori. Lo spagnolo della Ferrari, invece, ha compiuto l’ennesima rimonta della stagione; era partito sesto (il giro veloce non sembra essere il punto di forza della scuderia di Maranello) e con una gran gara è riuscito a mettersi dietro prima Rosberg, poi Webber e alla fine anche un osso duro come Lewis Hamilton. Prendere Vettel era impossibile, la sua macchina è la migliore in questo mondiale di Formula 1, ma Alonso vorrà dire la sua su ogni circuito, vorrà sconfessare le scommesse.

Adesso nella classifica piloti del mondiale 2013 di Formula 1, Sebastian Vettel è saldamente primo, ma Alonso si è preso la seconda posizione ed ha un distacco di trentasei punti dal leader. Tanti, ma non troppi per lo spagnolo.

Posted by elisa On maggio - 29 - 2013

Formula 1 – Chi vorrà scommettere sulla Formula 1, nei prossimi Gran Premi, a partire dal Canada, lo farà scommettendo su delle monoposto senza nuovi pneumatici.

Infatti, è alla fine arrivata la notizia che la casa italiana Pirelli non porterà nuovi pneumatici per le vetture di Formula 1 nel Gran Premio del Canada in programma il prossimo 8 giugno sul circuito di Montreal. La mancanza di accordo tra le squadre e il pasticcio delle presunte prove illegali condotto dalla Mercedes, con la vettura del 2013 a Montmelo, hanno ritardato i piani del marchio milanese. Due settimane fa la Pirelli aveva annunciato che sarebbe tornata a produrre carcasse di pneumatici in Kevlar, come ad esempio nella stagione 2012, al fine di limitare i problemi di sicurezza dovuti all’usura delle gomme, problemi che sembrano essere apparentemente causati dall’acciaio della struttura usata in questa stagione.

Ricordiamo che il Circuito intitolato alla memoria di Gilles Villeneuve è uno dei più aggressivi con le gomme. Ma, almeno finché la questione della Mercedes e dei test presunti illegali, non sarà risolta, non ci saranno cambiamenti per quanto riguarda gli pneumatici forniti nelle prove di Formula 1. Si dovrà aspettare ancora un po’, e non è detto che questo cambiamento arrivi in corso d’opera.

Posted by elisa On maggio - 27 - 2013

formula 1 rosbergFormula 1 – Il Gp di Formula 1 di Montecarlo, una delle gare più entusiasmanti della stagione, è stata vinta ieri dal tedesco Nico Rosberg. Le Mercedes, dopo aver fatto faville nelle qualificazioni, si sono dimostrate all’altezza anche in gara. Per Rosberg si tratta della seconda vittoria nel mondiale di Formula.

Molto bene è andata anche al tedesco della Red Bull, Sebastian Vettel, che con il secondo posto ottenuto ieri pomeriggio ha consolidato la sua leadership nella classifica piloti ( i punti di vantaggio su Fernando Alonso sono ora 29). Bene anche Webber, terzo.

Grandissima delusione in casa Ferrari: una delle peggiori gare della rossa. Massa ha avuto un incidente ed ha abbandonato anzitempo la gara. Fernando Alonso è arrivato settimo al traguardo dopo una gara in cui è stato irriconoscibile: è stato superato in gara da Perez, Sutil e Jenson Button.

Ottima anche la prestazione di Kimi Raikkonen che, con la solita strategia Lotus, dopo aver forato ed essere stato costretto ad una sosta supplementare ai box, è riuscito a guadagnare addirittura quattro posizioni in pochissimi giri (in un circuito in cui, è risaputo, i sorpassi sono molto rari e difficile da effettuare) chiudendo così decimo e racimolando un punto prezioso.

Posted by elisa On maggio - 13 - 2013

formula 1 alonsoFormula 1 – Fernando Alonso è partito dalla quinta posizione nel Gp di Spagna di Formula 1 di ieri: dopo due curve, con un sorpasso spettacolare, ha infilato sia Hamilton che Raikkonen. Un sorpasso all’esterno che ha fatto saltare in tifosi in piedi sul divano e che ha portato Fernando al terzo posto alle spalle di Rosberg (primo) e Vettel.

Poi è entrata in scena la strategia perfetta del muretto Ferarri: con quattro soste e rientri  anticipati rispetti ai diretti concorrenti, Alonso, grazie ai suoi meccanici, si è ritrovato in testa. E lì si è rivisto un Alonso perfetto, ha magistralmente condotto il Gp arrivando alla vittoria numero 32 in Formula 1 in carriera.

L’unico capace di mettere un po’ di paura ad Alonso nel Gp di Spagna è stato il pilota della Lotus Kimi Raikkonen grazie alla strategia basata sulle tre soste. Ma Fernando non aveva intenzione di lasciarsi scappare la vittoria in casa che mancava all’asturiano dal 2007 quando era alla guida della Renault. Adesso Fernando Alonso è terzo in classifica generale, a 17 punti dal leader Seb Vettel.

L’ottima prova della Ferrari è stata dimostrata anche con il terzo posto di Felipe Massa, primo podio stagionale per il brasiliano della Rossa.

Posted by elisa On aprile - 14 - 2013

risultati formula 1Formula 1 – Terza prova del mondiale di Formula 1, grande prova di Alonso che si aggiudica il Gp della Cina di Formula 1.

Grande prestazione per Alonso  sul circuito di Shanghai: lo spagnolo ha dato una lezione di guida, di intelligenza e di cosa serva per essere un vincente. Il ferrarista ha tagliato il traguardo con più di dieci secondi di vantaggio su Kimi Raikkonen (salito sul secondo gradino del podio) e dodici secondi di vantaggio su Lewis Hamilton (per lui piazzamento sul gradino più basso del podio).

Clamorosamente fuori dal podio il favorito a vincere il titolo mondiale di Formula 1: Sebastian Vettel sulla sua Red Bull finisce ai piedi del podio classificandosi quarto (ma rimane ancora il leader della classifica piloti. Quinto posto per il volenteroso Jenson Button su McLaren.

L’altro ferrarista, Felipe Massa, ha chiuso al sesto posto mostrando una clamorosa differenza tra sé e il suo compagno Alonso: la Ferrari del brasiliano ha tagliato il traguardo con un distacco di ben quaranta secondi dal più titolato collega. Gli uomini del Cavallino Rampante hanno fatto un ottimo lavoro di squadra, hanno dato ai piloti una macchina davvero competitiva e al cambio gomme sono stati impeccabili.

Posted by elisa On marzo - 25 - 2013

gp sepang classificaFormula 1 – Come da pronostico Seb Vettel si aggiudica la vittoria nel Gp di Sepang (in Malesia). Il tedesco ha condotto un’ottima gara e ha dovuto lottare fino alla fine contro il suo compagna di squadra in Red Bull, Mark Webber, che gli ha conteso il il successo finale fino all’ultimo giro. Webber che ha anche apertamente accusato la propria scuderia di favoritismi nei confronti del tre volte campione del mondo.

Male la Ferrari. Alonso si ritira già alla seconda tornata a causa di un contatto con Vettel in cui ha irreparabilmente danneggiato l’ala anteriore ch si è spezzata e lo ha costretto ad abbandonare il gran premio (vinto proprio dallo spagnolo la passata stagione). L’altro ferrarista, Massa, ha ottenuto un deludente quinto posto alle spalle non solo del duo Red Bull, ma anche di Hamilton (che al primo pit stop ha sbagliato box fermandosi in quello della sua ex squadra) e di Rosberg.

Kimi Raikkonen, primo in Australia, non va oltre la settima posizione; davanti a lui anche il compagno di squadra Grosjean.

La classifica del mondiale vede Vettel in testa con 45 punti, seguito da Raikkonen con 31, Webber (26), Hamilton (25), Massa (22) e Fernando Alonso fermo a quota 18.

Posted by elisa On febbraio - 5 - 2013

felipe massa prove formula 1Formula 1 – La prima delle prove delle nuove F1 nel 2013 ha offerto la classica giornata di lancio delle nuove vetture: giri di pista molto brevi al fine di verificare ogni elemento inserito; test volti a conoscere veramente la realtà di ciò che è stato teoricamente provato nella galleria del vento e con i simulatori.

Romain Grosjean ha dominato la sessione mattutina con la nuova Lotus E21, che come lo scorso anno si dimostra veloce fin dall’inizio. Dopo il francese si sono piazzati Paul Di Resta (Force India), Daniel Ricciardo (Toro Rosso), Nico Rosberg (Mercedes), Pastor Maldonado (con la vecchia Williams), Nico Hulkenberg (Sauber), il ferrarista Felipe Massa e Mark Webber su Red Bull.

I principali inconvenienti occorsi sono state due fermate in pista dovute a due guasti. La prima macchina è stata la McLaren di Jenson Button che al terzo giro è stato fermato da un problema alla pompa della benzina. La seconda vettura è stata la Mercedes di Rosberg.

Per quanto riguarda la scuderia del Cavallino Rampante, il brasiliano Felipe Massa ha condotto le prove senza intoppi. Ha portato a casa 40 giri con la sua F138, ma non sono tante le indicazioni che la scuderia di Maranello è riuscita ad ottenere da queste prime prove.

Posted by elisa On gennaio - 10 - 2013

ecclestone: ferrari competitiva in formula 1Formula 1 – L’egemonia che la Red Bull ha imposto negli ultimi tre anni in Formula 1 può causare il decadimento di interesse nei confronti del mondiale. A questo proposito, Bernie Ecclestone sa che per creare un maggiore interesse sarebbe perfetto se le cose cambiassero un po': “Sarebbe bello se avessimo un cambio al vertice di questo sport, magari portando la Ferrari di nuovo in alto”.

Curiosa questa affermazione. Quando la Ferrari è andata alla FIA per chiarire la dubbia manovra di Vettel nel Gran Premio del Brasile, Bernie disse che la richiesta della scuderia di Maranello era uno “scherzo”, e Montezemolo rispose dicendo che “suo padre gli aveva insegnato a non contraddire gli anziani”.

Ora Ecclestone afferma: “Montezemolo è un amico. Sono sicuro che in realtà non voleva dire quello che ha detto su di me. Tutto quello che ho detto è che la Red Bull meritava di riconquistare i titoli e che non ero d’accordo con la posizione della Ferrari di agire su una presunta infrazione di Vettel a Interlagos”.

Il patron del circus della Formula 1 parla anche dell’ultima stagione di Schumacher in Formula 1. Per l’inglese, ‘Schumi’ avrebbe dovuto assicurarsi di gareggiare in una squadra competitiva: “Michael avrebbe dovuto esigere maggiori garanzie, perché è stata colpa della Mercedes e ora la sua reputazione è macchiata. Se avesse guidato una Red Bull o una Ferrari, Michael avrebbe vinto ancora una volta”.

Posted by elisa On novembre - 27 - 2012

Alonso perde il mondiale di Formula 1, lo vince Vettel con un vantaggio di tre punti sullo spagnolo della Ferrari: nonostante questo epilogo per Alonso è stata la miglior stagione in Formula 1.

Il Gp del Brasile è stato ricco di colpi di scena, dal testacoda iniziale che ha relegato Sebastian Vettel in fondo al gruppo al doppio sorpasso spettacolare di Fernando ai danni del compagno di squadra Massa e di Webber, dalla rabbiosa rimonta del neo campione del mondo alla pioggia che non risparmia mai il circuito di Interlagos.

Vettel vince per la terza volta la classifica piloti, lo fa con carattere ma anche guidando la macchina più forte del paddock, quella Red Bull che a volte sembra non avere rivali. Proprio per questo la prestazione di Alonso nel mondiale di Formula 1 appena conclusosi vale, se me lo permettete, di più: l’asturiano ha dato credibilità ad un mezzo che troppe volte non è stato all’altezza del nome che porta, una macchina che non è stata sviluppata a dovere, che non ha retto il passo delle dirette concorrenti. Alonso ha fatto la “formichina”, ha accumulato punti quando ha potuto, gestito il vantaggio, limitato i danni quando ci si è messa di mezzo la sfortuna. Di più non poteva fare.

Ad ogni modo, la Ferrari il mondiale non l’ha perso in Brasile, sono stati lasciati per strada punti troppo importanti per riuscire a spuntarla nel testa a testa con la Red Bull e con Seb.

Il prossimo anno la sfida sarà di nuovo la stessa, ma forse il risultato sarà diverso.

kammer_rgl@mailxu.com

Utilizzando il sito, accetti raccolta ed uso dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi